Reiki e Chakra

Per via di traumi dovuti a situazioni vissute nel passato, può capitare che l’energia rimanga bloccata in uno di questi centri (chakra)

Reiki e Chakra chakras7_13_1.gif (Art. corrente, Pag. 1, Foto normale)Per via di traumi dovuti a situazioni vissute nel passato, può capitare che l’energia rimanga bloccata in uno di questi centri (chakra) e non riesca a circolare liberamente lungo i canali verso i quali deve circolare per permettere il benessere psicofisico di una persona.

 

Per questo motivo, unito anche ad altre cause soprattutto di origine emozionale,   una persona può iniziare a soffrire di diversi mali a livello fisico e mentale. Inoltre, i chakra hanno una funzione magnetizzante della persona e possono attrarre diversi tipi di energie e situazioni nella nostra vita (per esempio un chakra funzionante a livello della gola, aiuterà la persona ad avere buone doti comunicative).

Questo sta a significare che se l’energia è bloccata in un chakra, la persona continuerà a sperimentare un certo tipo di situazione spiacevole nella sua vita, in quanto non avrà abbastanza energia per attrarre una situazione positiva relativa a quello specifico chakra in cui l’energia non scorre liberamente.

Il Reiki, come tecnica di guarigione, ha lo scopo di aiutare l’energia a scorrere liberamente attraverso i chakra   e a ripulire i diversi corpi da energie negative dovute a traumi, modelli di pensiero negativi, credenze che non sono in linea con il nostro Sè superiore (la parte più evoluta di noi che conosce tutto e si preoccupa della nostra crescita come esseri spirituali).

E’ importante sottolineare che il Reiki non è una bacchetta magica, nel senso che pur dimostrandosi molto efficace,  non sostituisce in alcun modo le cure mediche, ma è un metodo che associato alle cure mediche può aiutare ad accelerare la guarigione.

Reiki e Chakra chakra_13_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto normale)

condivi questa pagina
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
stampa questa pagina