Angeli Custodi

Chi sono, cosa fanno, come contattarli, come dialogare....

Ci sono molti tipi di Angeli, tra questi, una piccola parte di essi sono gli Angeli Custodi...

Angeli Custodi GRUPPO_DI_ANIME_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza)C’è tutto un Mondo Spirituale popolato da Entità Spirituali che compenetra ed interagisce con il nostro mondo materiale. Si tratta di Energie Elettromagnetiche che rimangono invisibili ai nostri sensi, come avviene per le onde radio-televisive nelle quali siamo immersi e circondati. Possiamo paragonare gli Esseri Celesti alle energie elettromagnetiche dei segnali radio-televisivi e dei telefonini che, pur essendo impercettibili agli occhi e alle orecchie, possono venire trasformati in suoni ed immagini in presenza di un apparecchio ricevente opportunamente sintonizzato.

Ma in questo articolo vorrei focalizzarmi sugli Angeli in generale e sugli Angeli Custodi in particolare, e cercare di rispondere alle domande più comuni che chiunque può porsi sull’argomento. E cercherò di farlo rimanendo equidistante sia dal pensiero dogmatico e fossilizzato delle religioni di stato, che da quello New Age il cui eccessivo entusiasmo può sfociare in un fanatismo pseudo-spirituale.

Qual è la natura degli Angeli?

Gli Angeli sono Esseri di Luce, Energie Elettromagnetiche (per usare un termine terreno). Non si sono mai incarnati, sono Puri Spiriti ed hanno conoscenze superiori all’uomo. La loro essenza è Amore Incondizionato e Gioia.Angeli Custodi angeli_in_gruppo_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza)

Che cosa fanno gli Angeli?

Ci sono molti tipi di Angeli, le cui funzioni sono di sorveglianti e di governanti del nostro pianeta Terra in generale. Tra questi Angeli, una piccola parte di essi sono gli Angeli Custodi che sono assegnati al servizio di ogni umano. Da ciò si deduce che ognuno di noi è accompagnato durante tutto il corso della vita da almeno un Angelo Custode. Una caratteristica comune degli Angeli è che amano stare vicino agli uomini per aiutarli sia nella loro evoluzione spirituale che nei problemi della vita quotidiana.

Quali sono i compiti dell’Angelo Custode?

L’Angelo Custode è assegnato ad ogni umano ed il suo scopo è di aiutarlo nella sua evoluzione spirituale. Essi, pur desiderando per loro natura di aiutarci in ogni maniera possibile, tuttavia a motivo del nostro libero arbitrio non possono interferire nella nostra realtà, a meno che non siamo noi stessi a chiedere espressamente il loro aiuto. Perciò, a meno che noi non li chiamiamo e li invitiamo ad intervenire nella nostra vita, essi si limiteranno ad ispirare buoni pensieri o soluzioni per i nostri problemi, in maniera tale che ci sembrerà di aver avuto improvvisamente una buona idea per risolvere un nostro problema. Un altro limite per gli Angeli è che loro non possono interferire col nostro Karma personale.

Perché non possiamo comunicare liberamente col nostro Angelo Custode?

Angeli Custodi ALI_COLORATE_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza)Gli Angeli sono fatti di Energie Sottili che vibrano a frequenze elevatissime. Noi umani, pur essendo degli Esseri di Luce incarnati in un corpo fisico, proprio a causa dei nostri strumenti carnali che hanno frequenze molto basse, non siamo in grado di percepire queste creature spirituali. Perciò per noi è come se non esistessero. Per entrare in contatto bisognerebbe che umani ed Angeli si sintonizzassero sulla stessa frequenza d’onda. Bisognerebbe che gli Angeli riducessero la loro frequenza d’onda troppo elevata e che noi umani innalzassimo la nostra frequenza d’onda troppo bassa, fino a poterci sintonizzare sulla stessa lunghezza d’onda, proprio come avviene tra due radio ricetrasmittenti quando si mettono in contatto, regolando le loro frequenze sulle stesse lunghezza d’onda.

Geoffrey Hodson, forse il più grande chiaroveggente dei nostri tempi, scrive: “Non potete richiamare i grandi Angeli nel vostro sé inferiore. Per vederli ed ascoltarli dovrete salire verso il loro mondo. Allorché ne supererete la soglia vedrete la possente moltitudine sempre immersa in miriadi di colori dell’arcobaleno…”. 

Come contattare il proprio Angelo Custode?

Il nostro Angelo Custode ha un grande desiderio di dialogare con noi per poterci aiutare e guidare nel nostro percorso di evoluzione spirituale. Per questo motivo l’Angelo Custode cercherà di ridurre per quanto più gli è possibile le sue frequenze elettromagnetiche, ma oltre un certo livello non può più scendere. Quindi per raggiungere la giusta sintonizzazione tra l’Angelo e l’umano, è indispensabile che l’uomo da parte sua cerchi di innalzare la frequenza delle sue vibrazioni fino a sintonizzarsi con quella dell’Angelo Custode.

Come può in pratica l’uomo innalzare le proprie frequenze vibratorie fino a raggiungere quelle dell’Angelo Custode?

Avviene in questa maniera. Gli Angeli, essendo Puri Spiriti ed essendo composti di Energie Divine la cui Essenza è Amore Incondizionato e Gioia, hanno queste due suddette caratteristiche che producono frequenze elettromagnetiche elevatissime. L’umano, per sintonizzarsi con gli Angeli, dovrebbe riuscire ad elevare le sue vibrazioni energetiche fino a quelle meravigliose frequenze Divine che sono l’Amore e la Gioia. È come se utilizzasse la manopola sintonizzatrice delle vecchie radio (per dirla così), e questa manopola corrisponde alla Meditazione.Angeli Custodi 47202f6b5b9efcbe327fdfe80fcc9300_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza)

Come dovremmo meditare per innalzare le nostre frequenze fino a raggiungere quelle degli Angeli?

Isoliamoci per una mezz’oretta in un posto tranquillo dove nessuno ci può disturbare. Stacchiamo telefonino e quant’altro possa interrompere la nostra meditazione. Seduti con la spina dorsale diritta e i piedi per terra o distesi sulle spalle, facciamo un paio di respiri profondi e cominciamo a rilassarci. Quando abbiamo raggiunto un discreto stato di rilassamento fisico e mentale, cominciamo a meditare.

Su cosa meditare per innalzare le nostre frequenze?

L’Amore Incondizionato è la più alta frequenza vibratoria esistente ed è la frequenza Divina. Per gli Angeli è il loro stato naturale, è il loro stato d’Essere, è la loro stessa natura: Amore Incondizionato e Gioia. Perciò l’Amore Incondizionato sarà l’oggetto del nostro meditare. Dobbiamo lasciarci assorbire e riempire da questo pensiero di Amore Incondizionato. Amore che non conosce condizioni, Amore senza ma o perché, senza diversità di pelle o di credi religiosi, senza amici o nemici, simpatici o antipatici, letterati o analfabeti. Meditare sull’Amore Perfetto, l’Incondizionato Amore Divino.

C’è un versetto biblico molto illuminante che dice: “Dio è Amore; chi sta nell’Amore dimora in Dio e Dio dimora in lui” (1 Gv 4,16). Queste parole della Prima Lettera di Giovanni esprimono con singolare chiarezza la natura perfetta di Dio e di conseguenza la natura perfetta che è al momento nascosta in ognuno di noi.

Quando riusciamo ad immergerci profondamente nell’Amore Incondizionato, innalziamo le frequenze vibratorie del nostro Essere fino ad innalzarci alle altezze degli Angeli, per riuscire così a sintonizzarci sulla loro stessa lunghezza d’onda, e quindi riuscire a stabilire quel contatto che ci permette di comunicare con gli Angeli ed in particolar modo col nostro Angelo Custode.

Angeli Custodi CREDO_NEGLI_ANGELI_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza)Troppo facile? Potrebbe sembrare. Ma nella meditazione, per innalzare veramente le nostre frequenze vibratorie, dovremmo riuscire ad identificarci con l’Amore Incondizionato, quasi a scioglierci, fino a fonderci col Divino. E da che cosa possiamo sapere se abbiamo raggiunto la giusta sintonizzazione? C’è un segno inequivocabile. Se ci sentiamo pervasi da una Gioia senza motivazioni, se ci sentiamo inondati da un senso di Beatitudine, di Pace Interiore, di Calma Assoluta, da uno stato Benessere fisico e mentale, allora possiamo essere certi di essere entrati in sintonia con gli Angeli. Possiamo ora metterci in ascolto del nostro Angelo Custode e possiamo invitarlo a partecipare alla nostra vita.

Ora siamo connessi col nostro Angelo Custode

Abbiamo realizzato il primo contatto col nostro angelo Custode e la prima nostra richiesta sarà di invitarlo a far parte attiva della nostra vita, di permettergli di aiutarci e guidarci nel nostro percorso spirituale. Poi staremo in ascolto, come se ascoltassimo il silenzio, e senza neanche accorgercene con evidenza, ci possiamo trovare ad ascoltare un flusso di pensieri, parole e ragionamenti, che in un primo momento ci sembreranno i nostri pensieri.

Sono pensieri canalizzati che ci vengono dal nostro Angelo Custode, sono pensieri di una Saggezza che noi non possediamo. Con l’esperienza impareremo a distingue chiaramente i pensieri del nostro Ego dai pensieri che possono giungerci dal nostro Angelo Custode, o da altri Angeli Guida o dal nostro stesso Sé Superiore o da altri Maestri spirituali che avremo la sorte di attirare a noi.

Dal momento che cominciamo a canalizzare questi Esseri di Luce non saremo più gli stessi. D’altro canto non potremmo comunicare con gli Angeli senza elevare le nostre vibrazioni spirituali, cioè rimanendo sempre gli stessi individui di prima. Il contatto con gli Esseri di Luce porta una trasformazione nella nostra vita.

Dialogare con gli Angeli

Non si può dire come si svilupperà il dialogo con gli angeli, perché è un qualcosa di intimo e individuale. Ognuno di noi ha il suo Karma daAngeli Custodi TRASPARENZA_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza) bruciare. Comunque la nostra accresciuta saggezza ci guiderà nel nostro rapporto con gli Angeli. Quello che è certo è che l’Angelo non forzerà mai le vostre scelte, né vi svelerà il futuro, né vi renderà suoi succubi, angelo-dipendenti, così da interpellare il vostro Angelo per ogni sciocchezza. Noi dobbiamo continuare a fare la nostra vita e le nostre scelte, ma più forti grazie alla saggezza acquisita dalla comunicazione con gli Angeli.

Se il vostro “Angelo” non avesse queste caratteristiche di Amore Incondizionato, di Gioia, di Pace, di Bontà, di Mitezza, di Tolleranza, probabilmente non è il vostro Angelo Custode. In questo caso invitatelo gentilmente ad andarsene e chiamate il vostro Angelo Custode, intensificando di più la meditazione sull’Amore Incondizionato e la Gioia, perché questa è la vera chiamata per gli Angeli Custodi, dato che queste sono le loro caratteristiche.

Qual è il linguaggio degli Angeli?

Gli Angeli non parlano nessun linguaggio umano. Benché gli Angeli dialoghino con uomini di ogni nazione, tuttavia essi non si servono di un particolare linguaggio umano. Essi non ci parleranno in Inglese o in Francese o in Italiano, o qualsiasi altra lingua umana. Essi ci trasmettono determinati impulsi elettromagnetici che corrispondono al loro pensiero, poi ogni uomo decodifica ed interpreta questi impulsi nel suo linguaggio natio. È chiaro che in questa decodificazione delle Energie Angeliche, il ricevente, l’umano, utilizzerà il suo personale vocabolario per tradurre in parole il Messaggio Angelico. Perciò questo messaggio sarà più o meno perfetto a seconda della purezza del canale ricevente. Altro fattore di distorsione del messaggio possono essere le convinzioni religiose e filosofiche innate ed acquisite dal canale umano.

Angeli Custodi angeli_8_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza)Diversità dei Messaggi Angelici

Quantunque nella sostanza i Messaggi Angelici concordino tra di loro, non possiamo non notare delle forti discordanze in certuni casi. Discordanze che dipendono dal bagaglio culturale e religioso del canale. Per esempio, negli ambienti Teosofici e della Nuova Era, la dottrina della reincarnazione e dell’evoluzione spirituale delle anime è ormai un credo acquisito. Tuttavia, i Messaggi Angelici o Mariani ricevuti da ferventi Cattolici Cristiani escludono categoricamente, secondo la loro dottrina Cattolica, l’ipotesi della reincarnazione. Anzi la considerano una dottrina falsa e satanica, perché credono che si viva una volta sola e poi ci sarà il Giudizio Universale con la ripartizione dei castighi e delleAngeli Custodi Esseri_Luce_jpg_50_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto evidenza) ricompense.

Dove sta la verità?

La distorsione dei Messaggi Angelici è dovuta ad un canale non perfettamente puro del ricevente. Purtroppo le credenze personali del ricevente contribuiscono a distorcere il Messaggio, a volte fino agli estremi. Ma questo non è un problema grave. Gli Angeli conoscono bene i nostri limiti e sono tolleranti e pazienti con noi, aspettando anche altre incarnazioni finché non saremo pronti ad incamminarci verso la Luce. Gli Angeli non ci faranno mai nessuna costrizione e non ci obbligheranno mai a mutare le nostre opinioni. Essi si limitano ad ispirarci la verità, poi ognuno di noi ci arriverà a tempo debito. Per questo la vita sulla Terra viene considerata una Scuola.

 

condivi questa pagina
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
stampa questa pagina